Menù

Secondo uno studio elaborato da Doxa, il 70% dei consumatori è in piena crisi quando si tratta dell’acquisto di una nuova auto: ibrido o diesel ?

I consumatori hanno rivelato di aver bisogno di maggiori informazioni in vista della scelta migliore da effettuare: molti sono indecisi perché temono i continui blocchi alla circolazione ai quali vanno incontro i possessori di auto diesel; ma la sensazione che maggiormente emerge dallo studio è il disorientamento, unito al timore che le case automobilistiche possano in futuro bloccare l a produzione di auto inquinanti, o che le stesse possano comportare costi di manutenzione maggiori con il passare del tempo. Investire allora nell’ibrido?

Sì, ma quale?

Dal sondaggio Doxa (dal nome significativo: “Cittadini nel caos”) emerge che i consumatori sentono di aver bisogno di “maggiori informazioni” prima di investire nell’acquisto di un’auto nuova.

Ibrido o diesel, cosa conviene comprare?

Storicamente, i motori diesel risultano essere quelli preferiti dai consumatori per tutta una serie di motivazioni che potremmo definire strategiche: consumano di meno rispetto alle auto a benzina, per cui convengono di più a chi percorre un maggior numero di chilometri annui; il gasolio ha un prezzo più basso, per cui conviene comprare auto diesel anche per ammortizzare la spesa iniziale derivante dall’acquisto dell’auto.


D’altra parte, i consumatori si sentono spinti a investire nella tecnologia ibrida a causa dei numerosi incentivi e bonus erogati a chi decide di acquistare questi modelli.

Dunque, meglio comprare ibrido o diesel?

La risposta non è semplice, se si parte da un assunto tanto chiaro quanto grandemente ignorato: diesel e ibrido non sono alternative, quanto piuttosto due modalità completamente differenti, adatte a vetture completamente differenti.

Il gasolio o diesel è particolarmente indicato per i SUV e per le auto destinate a percorrere grandi distanze chilometriche, mentre la tecnologia ibrida consente un risparmio adeguato prevalentemente in città, e per tale motivo si adatta meglio alle citycar.

Tutto dipende dunque dalle esigenze specifiche del consumatore, che in base a tali esigenze deciderà se è meglio comprare un’auto ibrida o diesel.

I motori diesel sono per loro natura più efficienti di quelli a benzina, ed emettono meno CO2.

Per calmare un po’ i timori di alcuni, i motori diesel non scompariranno a breve – non entro i prossimi dieci o quindici anni, almeno.

I motori diesel convengono in ogni caso a coloro che percorrono o prevedono di percorrere molti chilometri in autostrada, meglio se a velocità sostenuta.

E come abbiamo detto, per chi possiede una famiglia numerosa o utilizza in prevalenza un SUV per gli spostamenti, o un’auto di grossa cilindrata, il gasolio è, ancora la scelta che va per la maggiore.

Auto ibride: tutti i vantaggi

La miscela ibrido e benzina conviene a chi fa tanti chilometri in città: solo in tal modo l ’auto ibrida riesce veramente ad abbattere consumi ed emissioni, facendo funzionare il motore elettrico.

In autostrada, il motore prevalente sarà quello a benzina, con il risultato di ritrovarsi tra le mani l ’equivalente di una vettura a gasolio.


Tra le migliori auto ibride del 2019 troviamo certamente la Toyota nelle sue varie declinazioni (Yaris, Prius, Corolla, RAV4…), la Lexus Hybrid e altri modelli, con un trend in crescita anche in Italia dove molti sono gli incentivi all’acquisto delle nuove auto ibride nel 2019.

Sono stati di recente attivati tali incentivi, con la Legge di Bilancio 2019: vengono premiati con un Ecobonus coloro che decidono di acquistare una nuova auto poco inquinante.

ECOBONUS AUTO 2019

  • Da 0 a 20 g/km di CO2 il bonus oscillerà tra 6.000 e 4.000 euro, a seconda che l’acquisto avvenga con o senza rottamazione.
  • Da 21 a 70 g/km di CO2 l’Ecobonus sarà compreso tra i 2.500 euro in caso di rottamazione, e i 1.500 euro senza rottamazione.

Le auto ibride convengono, in tal senso, perché assicurano una circolazione in città libera da blocchi e divieti, e in un certo senso con il plauso di quanti sono da sempre attenti ai temi della sostenibilità.

Auto ibride: Toyota Hybrid

Le auto ibride contengono, come dice i l termine, un “ibrido”, un miscuglio tra due tipi differenti di motore, quello elettrico e quello a benzina.

L’esperienza al volante di una vettura ibrida è totalmente differente da quella che si prova con l e vetture diesel: i n città, l ’ibrido funziona velocemente, con efficienza e silenziosamente, permettendo un consumo minore di carburante; nei momenti i n cui, i nvece, è necessaria una potenza maggiore, entra automaticamente i n funzione i l motore a benzina. Semplice, veloce, funzionale, e attento all’ambiente.


Anche qualora la scelta tra i brido o diesel volgesse a favore dell’ibrido, occorre sapere che anche l e vetture i bride non sono tutte uguali: occorre differenziare tra mild hybrid, ad esempio, e f ull hybrid (qui è possibile far avanzare l ’auto i n modalità completamente elettrica, sia pure per pochi chilometri).


La Nuova Toyota Corolla e proprio un gioiellino tra le auto elettriche, contiene una perfetta combinazione tra motore elettrico e motore a benzina.

Auto ibride/diesel in commercio

Il diesel è dunque condannato a scomparire? Parrebbe di no: alcune case automobilistiche hanno infatti tentato di infondere nuova vita al gasolio rendendo le loro vetture “mild hybrid”, tecnologia semplice e più economica rispetto a quella delle vetture i bride tradizionali: la Ford Kia, la Volkswagen e altre hanno optato per questa versione con motori ibridi diesel.

Altrimenti, la soluzione all’annoso problema del: “auto diesel o ibrida, nel 2019?” sarà l’acquisto di una ibrida plug-in (full hybrid), con zero emissioni quando i l solo motore elettrico viene impiegato. Le auto della gamma Lexus sono perfette: una perfetta combinazione tra efficienza, attenzione all’ambiente e design di altissimo livello.

Diesel, benzina o ibrido?

Occorre considerare una cosa: sempre più città italiane stanno ponendo blocchi alla circolazione che impediscono o limitano fortemente la circolazione di auto con motori a benzina.

Il piano è quello di arrivare a bandirne completamente la circolazione entro una decina d’anni: Milano è tra le città che aderiscono all’iniziativa.

Nessun facile allarmismo, ma occorre comunque tenere presente tutto questo prima di procedere all’acquisto di un’auto con motore ibrido o diesel.

Questo, e tutto quel che abbiamo detto sopra per guidare il consumatore nella scelta efficiente di un’auto, a seconda dell’uso che egli intende farne (città o autostrada, SUV o utilitaria, attenzione all’ambiente e ai consumi…).

Meglio comprare ibrido o diesel?

La risposta è che dipende. Quella delle auto ibride è una tecnologia che risulterà avere un ruolo chiave nel futuro, ma per il momento conviene solo per spostamenti di moderata entità, e soggetti ai limiti evidenti dell’attuale tecnologia: la quale si svilupperà nel futuro, ma per adesso occorre ancora aspettare.

TEST DRIVE

breve descrizione dell'immagine

Scopri il nuovo lusso

PRENOTA ORA IL TUO TEST DRIVE

*campi obbligatori



Ai sensi del D.Lgs. 196/2003 e successivi vigenti, relativo alla tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, ti informiamo che i dati da noi raccolti riguardanti la tua persona, saranno utilizzati nel rispetto dei principi di correttezza, liceità trasparenza e tutelando la tua riservatezza e i tuoi diritti.